mercoledì 25 agosto 2010

Pensierino della sera...


"Avevo imparato ad amare il signor Rochester.
Non potevo, ora, non amarlo più soltanto perchè egli aveva smesso di fare attenzione a me, e perchè, mentre passavo delle ore in sua presenza, non volgeva neppure una volta gli occhi nella mia direzione. Tutti i riguardi erano accaparrati da una grande dama, che mi disprezzava al punto da evitare, passando, di toccarmi con il lembo del suo vestito [...].
Non potevo cessare di amarlo solo perchè mi sentivo sicura che egli presto avrebbe sposato proprio quella signorina.
Non c'era nulla in tutto questo che valesse a raffreddare il mio amore."


Charlotte Bronte, Jane Eyre (pag.137)


Cos'è che ci fa smettere di amare una persona?
L'amore stesso, che si è spento non si sa quando, la delusione o le circostanze quali la gelosia, un senso di impotenza o di inferiorità e la paura?
Cosa fa raffreddare un amore?
Riflettete...riflettete...

44 commenti:

Caterina ha detto...

L'amore stesso...quando finisce, finisce.
E non c'è scampo.
Ciao Allegra!

Anonimo ha detto...

Il tempo? Che spesso, usura?

Cavaliere Oscuro ha detto...

La delusione.
Come puoi amare una persona che ti ha profondamente deluso?

Lorenza ha detto...

Io ADORO questo romanzo!
Grazie Allegruccia!
E...l'amore stesso.
Perchè se la delusione si perdona, soprattutto a noi stessi, e l'amore è più forte, si continua ad amare.
Quando poi l'amore finisce. Finisce.

Only Me ha detto...

due cose contrapposte...

1 - le eccessive discussioni.
2 - non parlare e tenersi le cose dentro.

poi direi la mancanza di rispetto. in qualunque forma si presenti

ciaoooo!!!

Giulio ha detto...

La delusione e in più aggiungo tutto quello che ha scritto Only Me.
Bentrovata cara!

messier ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
messier ha detto...

Se è un amorazzo, un accompagnarsi, una coppia di stampelle ben incrociate, una simpatia diventata cronica, una proiezione incarnata di qualcosa che non si trova dentro... e basta (in molti casi quello che viene chiamato "amore" è solo quello), allora l'amore finisce quando l'uno o l'altra TROVA se stesso ! Siccome lo trova fuori da questo amore (per forza è così...), per meccaniche insondabili che non rispondono affatto all'amorazzo, allora da quel momento si rifiuta la persona "avuta" fino a ieri.

A meno che non intervengano fattori più mondani, delle cretinate insomma.

Se è L'Amore, che è tutt'altra cosa, esso finirebbe solo se e nel momento in cui o l'uno o l'altra PERDE se stesso, smarrisce se stesso. Ma se una persona AMA qualcuno, ed è amato, penso che sia IMPOSSIBILE che ciò si verifichi... Dovrebbe proprio intervenire un agente esterno in grado di rivoluzionare la percezione di sè, che ne so, la perdita totale della memoria in seguito a un incidente o una sparatoria.

Difficile, improbabile, e comunque chi ama non pensa ai meteoriti che vagano sulla sua testa. Chi ama ha da fare.

Niccolò ha detto...

Queste riflessioni a quest'ora mi mettono l'ansia.
Hai cominciato a studiare uno di quei libri di quel fantastico pilastro????
Comunque...mi piace Messier quando dice: "l'amore ha da fare".
E' un po' come ragiona Jane Eyre, no?
Il suo amore non può mica affievolirsi per circostanze esterne. Se è vero, rimane.
Ciao bellissima!
Non studiare troppo!

Anonimo ha detto...

Mah...io credo che anche un amore vero possa finire. I motivi sono i più svariati. Ma io mi chiedo e TI chiedo: può un amore superare un tradimento?
Cioè, io sono innamorato di te (non di te Allegra, anche se non mi dispiacerebbe :-) ) e tu mi tradisci. Per quanto io possa amarti, come faccio a continuare a stare insieme a te?
Ok, esiste il perdono.
Ma c'è sempre qualcosa che si è rotto. L'amore è scalfito.
R.

Chiara ha detto...

Incredibile. Me lo sono chiesto l'altro giorno.
Non sono riuscita a darmi una risposta assoluta, forse perchè non c'è!
Credo, in generale, che si smetta di amare una persona perchè succede qualcosa che indebolisce questo sentimento fino a farlo svanire del tutto.
So però di persone che smettono di amare quasi dall'oggi al domani, senza motivo. Ma forse in quel caso non era vero amore ...

Rosa ha detto...

"mentre passavo delle ore in sua presenza, non volgeva neppure una volta gli occhi nella mia direzione".
Questo è terribile. Eppure, quante volte è capitato di amare qualcuno che non ti volgeva neanche uno sguardo...

Riccardo ha detto...

Allegra cara...ti ho mandato una mail due giorni fa...mi rispondi? :-)
Concordo con Chiara e soprattutto con il suo "non era vero amore".

messier ha detto...

Anonimo R. dice:

(Se tu mi hai tradito) "Per quanto io possa amarti, come faccio a continuare a stare insieme a te?"

Questa frase la prendo ad esempio di tutto quanto l'amore non è, e non è mai stato prima, anche prima di qualsiasi tradimento... Io penso che l'amore non sia io amo te, oppure, te ami me, od anche, ci amiamo a vicenda, noi amiamo noi, eccetera; secondo me l'amore non è un gesto o una propensione (naturalmente negoziabili in quanto gesti umani) di te a me o di me a te; si può vedere, c'è, nell'amore, una serie di gesti nella quotidianità, che appaiono o si presentano da me a te o da te a me; ma L'Amore è una cosa che sta in mezzo, dicendolo in un brutto modo "geometrico", è qualcosa che fonde il me e il te, di due ne fa tre, di tre fa un non-numero assoluto. Per cui io non smetto di stare insieme/di amare te, io smetto di credere nell'Amore, sempre che quello lo fosse...

88tasti ha detto...

Ciò che fa smettere di amare una persona... è la persona sbagliata!

Anonimo ha detto...

Appunto. Come faccio a credere ancora nell'amore (che sta in mezzo)che è nato con questa persona se questa persona me lo ha distrutto con il suo tradimento?
R.

Anonimo ha detto...

Non era amore, R.
Se lui/lei mi ha tradito...non era amore.
E se io non riesco a superarlo...non era amore.

messier ha detto...

Ma questa persona non ha distrutto l'amore, ha semplicemente deciso di non farne più parte.

Anonimo ha detto...

E quindi me lo ha distrutto. Non facendone più parte ha distrutto l'amore che io provo per lei.
R.

messier ha detto...

Ha schiantato a terra i tuoi sentimenti, ha confuso per sempre le tue sensazioni, forse ha distrutto la tua vita.

Anonimo ha detto...

Ma Allegruccia cosa ne pensa?

Roberto ha detto...

L'amore vero sta in un uomo o in una donna che sappia donarti tutto, anche se stesso o se stessa.

SerenoPocoNuvoloso ha detto...

Non avevi mai postato un passo di una Bronte...pensavo non ti piacesse.
Io concordo con Messier, anche se non sarei capace di argomentare come lui.
Credo che, visti i precendenti, anche tu sia d'accordo.

Emanuela ha detto...

Allegra, sto per partire per le vacanze. Sì, io le faccio tardi! Vorrei dei consigli su qualche bel libro italiano...mi fido di te!

Michela ha detto...

Allegra ma a Psicologia ci sono esami di statistica e di latino?

Anonimo ha detto...

Ho letto il tuo post precedente.
Ma come cazzo fai a fare un lavoro del genere?
Stare ad ascoltare il dolore della gente che ti racconta la sua vita e non puoi startene lì a dire: si ok passerà. e basta.
e poi tornartene a casa piena della loro disperazione. E tutta quella strada devi fare, anni di qua e specializzazioni di là. Ma chi cazzo te la fa fare!

Allegra ha detto...

Allegra pensa che l'amore vero esista. Ma che non tutti hanno la fortuna di viverlo.
Se è amore, nel vero senso della parola, non muore. Per questo è così raro. L'altro diventa un altro me e viceversa. Come potrebbe morire non lasciando chi è fuso in questo amore?
Se l'amore vero muore, sarebbe un suicidio per entrambi.
Almeno per me.

Only Me: le cose che hai detto demoliscono qualsiasi relazione umana! Grazie come sempre per la tua presenza.

R.: non penso che l'amore sia una "cosa" che si distrugge e che si lascia distruggere da un tradimento. Non distrugge l'amore, distrugge te.

Chiara: sì, quello non era amore...e ne è pieno il mondo.

Messier: concordo e aggiungo quello che ho scritto sopra.

Rosa: penso sia capitato a tutti almeno una volta nella vita...

88tasti: benvenuto...e concordo. E' la persona sbagliata, non è vero amore.

Roberto: perchè esiste questo uomo o questa donna? Non credo. E non credo neanche che ci sia bisogno di donare tutto. Non sarebbe giusto. Se c'è amore, ci sono anche le mancanze che l'uno e l'altra si offrono e che insieme cercano di levigarle.
Dai un' occhiata alla metafora dei porcospini di Schopenhauer.

SerenoPocoNuvoloso: io adoro le sorelle Bronte!

Emanuela: per la narrativa italiana ti consiglio "Acciaio" (Silvia Avallone); "Bianca come il latte rossa come il sangue" (Alessandro D'Avenia); "Sotto cieli noncuranti" (Benedetta Cibrario).

Michela: di statistica ce ne sono parecchi, ma di latino assolutamente nulla!

Anonimo: forse si chiama passione.
Qui sei il benvenuto, come tutti gli altri, ma attenzione al linguaggio: non mi piace la volgarità.

Roberto ha detto...

Quindi tu non credi che esista un uomo che per amore sia disposto a donare tutto?
Non pensavo fossi così disillusa.

Allegra ha detto...

Non sono disillusa.
Solo non credo nell'esistenza di un uomo così come lo descrivi. E sinceramente, non lo vorrei accanto.
Perchè dovrebbe darmi tutto quello che ha?
L'amore non chiede questo.

Roberto ha detto...

E cosa, allora?
Qual è la metafora? Non la conosco.

Allegra ha detto...

I componenti di una famiglia di porcospini, in una fredda giornata d'inverno, si strinsero vicini, per proteggersi, col calore reciproco, dal rimanere assiderati. Ben presto, però, sentirono le spine reciproche; il dolore li costrinse ad allontanarsi di nuovo l'uno dall'altro. Quando poi il bisogno di scaldarsi li portò di nuovo a stare insieme, si ripeté il dolore di prima; di modo che erano confusi fra i due mali: il freddo e il dolore. Finché non ebbero trovato una moderata distanza reciproca, che rappresentava per loro la migliore posizione.
(A. Schopenhauer, Parerga e Paralipomena, II, 2, cap. 30, 396)

Cosa chiede? L'amore stesso, chiede.
Anche con il dolore e il freddo che porta con sè.
Non voglio tutto quello che ha, mi basta quello che siamo insieme, perchè se è vero amore, ogni spina anche se fa male la benedico, levingandola e lasciando levigare a lui le mie.
Ma sempre con la giusta distanza: non possiamo pretendere che l'altro ci dia tutto quello che ha riempiendoci dei nostri vuoti.
Dovremmo essere noi a doverlo fare, altrimenti non saremmo capaci di amare ma cercheremmo solo vicinanza per la nostra solitudine. Sbagliando.
E questo non è amore, ma solo paura di restare soli.
Almeno per me, poi...

Roberto ha detto...

Ho capito quello che intendi, ma non ho capito la metafora.

Allegra ha detto...

I porcospini hanno freddo e si avvicinano.
Io voglio amare, perchè ho bisogno di farlo e cerco l'altro.
Ma le spine dell'altro mi fanno troppo male e io devo allontanarmi per il dolore.
Così come fanno i porcospini.
Allora la domanda è: morire di freddo o lasciarsi pungere?
Amare oppure rinunciare perchè fa troppo male?
Oppure...trovare la giusta distanza: dare calore e pungersi, sì, ma in modo tale da smussare le spine e lasciarsele smussare, non pretendendo di volere tutto.
E' inevitabile fare e farsi del male, nell'amore.
Ma se lo accettiamo, senza pretendere di volere quello che l'altro non ci può dare, e cerchiamo, insieme, di smussare le spine e di incastrarci l'uno con l'altra, forse questo ci fa costruire qualcosa.
Qualcuno diceva che le relazioni si costruiscono, non s'improvvisano.
Forse aveva ragione.

"Amatevi l'un l'altra,ma non fatene una prigione d'amore.
Datevi il cuore ,ma l'uno non sia rifugio all'altro.
Ergetevi insieme ,ma non troppo vicini."
(Gibran)

Roberto ha detto...

Ci rifletterò su. Con un bagaglio di conoscenze tutto nuovo.
Grazie, come sempre.

Anonimo ha detto...

E tu l'hai trovato, l'amore vero?

1sorriso ha detto...

L'amore non è un sentimento.. è un atto della volontà, perciò non può finire se io non lo voglio. Può essere difficile in certe circostanze amare o continuare a farlo, può sembrare impossibile, può esserci bisogno di un Aiuto.. ma se non voglio, l'amore non finisce.
E quando si ama con questo amore, "senza altro motivo che l’amore stesso", il sentimento può rinascere perché lo si può educare..
Questo non significa che ogni persona va bene per me (di fatto il fidanzamento serve per conoscersi e capire se l'altro/a è la persona giusta).
Avevo trovato illuminante in proposito (e lo consiglio!) il libro 'Otto lezioni sull'amore umano' di Tomás Melendo Granados (appena avrò un po' di tempo posterò qualcosa, ma penso valga la pena leggerlo intero).
1sorriso! :)

Allegra ha detto...

Anonimo: non tutto è da blog.

1Sorriso: grazie come sempre per le tue perle...;)

Only Me ha detto...

si, demoliscono.
ma la demolizione non è tipo crollo controllato che vien giù tutto in una volta..

c'è la prima discussione...
la seconda.. ad un certo punto tutto si somma e fa cumulo.

cosi come non parlare...magari si inizia nascondendo cose stupide...poi se diventa prassi...


e la mancanza di rispetto... beh...
anche quelle si sommano.

alla fine, se le cose prendono un brutto andazzo il rapporto rallenta la crescita, poi si ferma (non stabilizza), poi si raffredda per poi spegnersi del tutto.

ehhhhhhh (sospiro)

Allegra ha detto...

Sospiro insieme a te!
E' un mondo difficile...ma bello nel suo genere! ;) a presto!

Only Me ha detto...

è bello quando riesci a collegare e tenere uniti tutti i frammenti che vorresti appartenessero alla tua vita.

:)

A presto!

VD ha detto...

La lontananza, il silenzio, il gettare la spugna, la delusione, la violenza. Purtroppo gli affetti passano, per i motivi di cui sopra ed altri ancora, ben più gravi spesso, purtroppo. L'amore, quello vero, resta, conosce solo il rispetto reciproco e la voglia di continuare a vivere, crescere e farsi sempre più bello e grande, con il sorriso! Un abbraccio forte forte!

Anonimo ha detto...

Stasera ti ho vista in giro con le tue amiche...ma posso confermare che Allegra è csì come scrive. E non fa niente di compromettente. Almeno non stasera.
Va bè forse non importa a nessuno che ti ho vista, però mi andava di scriverlo.
Ciao

Anonimo ha detto...

Mi ricordi prof 2.0, da quello che scrivi, da come lo scrivi e per la delicatezza con cui lo scrivi.
E' bello che ci siano persone così. GRAZIE!

F.R.

Allegra ha detto...

Only Me: è molto bello quello che scrivi.

VD: una canzone dice "il vero amore può nascondersi, confondersi, ma non può perdersi mai. Sempre e per sempre dalla stessa parte mi troverai". Un abbraccio grande anche a te! :)

Anonimo: ah sì? E chi sarai mai! Comunque la città non è molto grande, è facile scorgersi.
Il difficile è trovarsi.
Come nell'amore (per ritornare all'argomento del post).

F.R.: lui è il mio maestro...e grazie per le tue parole.