sabato 29 gennaio 2011

Come aprire gli occhi...

L'amore si lascia raccontare.
Assomiglia ad uno strappo quando stiamo sfiorando la vita degli altri con la punta delle dita.
E quando mi parlerà ricorderò stelle che io non ho visto.
Si fa verso in una poesia.
Silenzio nella distanza.
Nota in una musica.
Ricordo nel passato.
Parola in una lettera.
Tutti raccontano l'amore.
Con l'amore e dentro l'amore.
Cercando la stella che non si vede.
C'è chi lo trova e lo racconta.
C'è chi non lo trova e lo racconta.
C'è chi lo vive e lo racconta.
C'è chi lo nega e lo racconta.
In ogni tempo e in ogni luogo l'uomo ha sempre raccontato l'amore.
E' rimasto una costante nei continui cambiamenti della storia.
Ed è una costante nei continui cambiamenti della vita.
Là dove il mio pensiero tante volte andò a sorprendere il tuo sonno.
Ogni giorno cerchiamo l'amore.
E' come chiudere la porta di casa alle nostre spalle dopo una lunga giornata e sapere che c'è qualcuno che accende la luce per noi.
Qualcuno che ci racconti l'amore.
Una parola, una carezza, un bacio, un sorriso, uno sguardo.
Al di là di te, ti cerco.
Ti ho cercato.
Perché l'amore si lascia sempre raccontare.
Il segreto sta nell'avere il coraggio di farlo, senza aver paura di perdersi in quel bivio.
Proprio quel bivio che sta tra passato e presente.
Ti abbraccio per l'ultima volta, che è come aprire gli occhi.
Punto.
E a capo.
"Anna: Hai paura?
Smilzo: Sì
Anna: Di me?
Smilzo: Sì, e nessun coraggio sarà bello come questa paura."
Il giorno prima della felicità, Erri De Luca

16 commenti:

Annalisa ha detto...

Bellissima poesia.
Cavoli quanto scrivi bene!
Bella anche la citazione del libro di De Luca in rosso, una delle mie preferite.
Sono nuova qui, ma mi paici proprio tanto!

Lorenza ha detto...

Punto e a capo.
Dovrei farlo anch'io...mi stampo la tua poesia, bellissima come sempre.

In particolare mi è venuta questa riflessione.
Quando ci sentiamo davvero pronti per ricominciare? Quando è che davvero quel "punto e a capo" ci tira fuori un nuovo inizio?

Rosa ha detto...

"Ogni giorno cerchiamo l'amore.
E' come chiudere la porta di casa alle nostre spalle dopo una lunga giornata e sapere che c'è qualcuno che accende la luce per noi.
Qualcuno che ci racconti l'amore."

La parte più bella.

Qualcuno che ci racconti l'amore e ci accompagni lungo la vita.
Mentre noi accompagnamo lui.

Anonimo ha detto...

Assomiglia ad uno strappo quando stiamo sfiorando la vita degli altri con la punta delle dita.

NON L'HO CAPITA!

Michela ha detto...

Insegna anche a me ad aprire gli occhi, Allegra.
Non ne posso più di prendere batoste!

SerenoPocoNuvoloso ha detto...

Come sei ermetica certe volte!

sospesanelviola ha detto...

bellissima l'ultima frase....a volte la linea tra coraggio e paura è così sottile...

Lily ha detto...

Mia cara,
ti ho scritto l' email come mi hai chiesto.. ti ho spiegato un pò il perchè della mia latitanza :)
Comunque, post stupendo come sempre..

Lara ha detto...

Una poesia molto bella.
Complimenti!
Ciao,
Lara

Wolfie ha detto...

L'amore è certamente, insieme all'amicizia, uno dei più grandi motori della vita!
Per me queste due parole, amore ed amicizia, hanno significato tantissimo: se sono la persona che sono adesso, infatti, lo devo all'amore del mio ragazzo e dei miei genitori, nonché all'amicizia di tutte le mie amiche, che mi hanno davvero cambiato la vita salvandomi.
E' ovvio che ci voglia anche un certo coraggio per amare, per lasciarsi andare, per buttare giù barriere e resistenze: ma quando lo si è fatto, è una scelta di cui non ci si pente se si ha la fortuna d'incontrare la persona giusta.

Giulio ha detto...

Allegra ma non rispondi più????

Allegra ha detto...

Annalisa: benvenuta...torn quandovuoi e grazie!

Lorenza: non è mai troppo tardi per farlo. Tante volte lo si dice, ma poi non lo si mette in pratica. Quando il momento arriva...lo senti dentro, non c'è niente da fare.

Rosa: mi piace molto quello che hai scritto.La reciprocità e condivisione sono fondamentali.

Anonimo: la poesia è a libera interpretazione.

Michela: arriverà il momento in cui saprai mettere un punto e arrivare a capo. A volte le situazioni che si vivono sembrano interminabili e ci pare impossibile uscirne. Ma qualcosa, prima o poi si smuove: dentro di noi. Anche se fa male, si può sempre mettere un punto e andare a capo. Non per questo rinnegando tutto, anzi: i ricordi, belli e meno belli, sono quelli che rimangono e che nessuno potrà mai toglierci.
Fidati, te lo dice una che di batoste ne ha prese dalla vita. E tante, anche.

SerenoPocoNuvoloso: solo certe volte?!

SospesaNelViola: hai ragione...ma come dice Smilzo "nessun coraggio sarà bello come questa paura". Viviamoci questa paura...chissà che non porti a bellissime sorprese!

Lily: ti ho appena risposto...

Lara: benvenuta...e grazie! :))

Wolfie: grazie per la tua testimonianza. Spero possa essere di esempio a molti. E' sempre bello averti qui!

Giulio: presente! ;)

Giulia Giarola ha detto...

Ciao! sono una nuova lettrice.. bellissimo blog!! anche io ho la passione per la scrittura... ti seguirò molto volentieri! complimenti per la poesia.. :) a presto!

Allegra ha detto...

Benvenuta Giulia...è bello condividere le passioni! E grazie... :)

Pepe ha detto...

Doppio Award. Da me e da Minerva. Passa a leggerne le motivazioni... :-)

Allegra ha detto...

Già sono dalla lacrima facile io!
Grazie...per le tue parole bellissime...grazie per tutto!