domenica 31 ottobre 2010

Giorni come pioggia che cade...



Le giornate di pioggia somigliano a lunghe chiacchierate con un'amica, in cui senti il bisogno di essere te stessa, quando il mondo ti sfida a metterti una maschera.
La pioggia t'impone di alzarti dalla sedia e di accorrere alla finestra per chiuderla meglio, e osservare le gocce che s'infrangono sui vetri vedendole morire nell'invisibile.
E in quel momento fai una lunga chiacchierata con te stessa, a cui, di tanto in tanto, affidi il ruolo di amica del cuore.
I giorni stanno passando troppo in fretta, e questo, a volte, non ti piace per niente.
Sono giorni in cui aspetti di rivedere un'amica cara che è partita lasciandoti un bene immenso e che sta per affrontare una prova importante.
Sono giorni in cui attendi che nasca lui, quel bambino che hai visto crescere nella pancia di una meravigliosa mamma, augurandoti che cresca sempre nell'amore e nella speranza.
Sono giorni in cui vivi la fiducia di qualcuno e la sfiducia di altri, sapendo che dappertutto ci saranno persone che crederanno in te e altre che non punterebbero mai e poi mai su quella che sei.
Sono giorni in cui ripeti a te stessa: io non voglio diventare così, mentre lotti ogni giorno contro la mancanza di amore nel lavoro di chi ti sta accanto.
Sono giorni in cui pensi spesso a lei, che da lassù ti disegna un sorriso con polvere di stelle, perché lei sa che spenderai la tua vita per chi vive un dramma come lo è stato il suo.
E sa che ce la farai.
Sono giorni che al mattino pensi che sia tutto inutile e poi alla sera scopri che, in fondo, qualcosa non è proprio da buttare.
Sono giorni in cui sei stanca di ascoltare gli inutili pregiudizi sul tuo lavoro e decidi di non rispondere più, ma di agire, perché è lì che si gioca la vita.
Sono giorni in cui ti ammali spesso, dando a te stessa la conferma che la tua salute non è il tuo punto di forza.
Sono giorni di domande e di ricordi, dove non riesci a delineare un confine.
Qualcuno ti ha detto che "Dio non si ripete nel creare le anime".
Hai capito che è vero.
Perché questi sono anche giorni di miracoli, in cui nonostante i tuoi difetti, gli sbagli, l'arroganza di chi sta intorno, le giornate spezzate e il buio del cielo, riesci sempre a credere in te stessa e nella vita.
E questa, è l'unica pioggia che mai vorresti smettesse di cadere.


19 commenti:

Federico ha detto...

Sei ritornata più bella che mai.
Ti auguro sempre di credere in questi miracoli!

Rosa ha detto...

Bentornata Allegra...è vero, i giorni piovosi ti costringono a riflettere e spesso questa riflessione ci conduce a delle verità come quella che tu hai scritto: nonostante tutto, crediamo in noi stessi.
Grazie piccola grande Allegra!

Elisabetta ha detto...

"Dio non si ripete nel creare le anime" - vorrei avere anch'io una persona che me lo dica, per credere ancora di più in me stessa...

grazie di essere tornata...le tue parole fanno un gran bene!

SerenoPocoNuvoloso ha detto...

Bellissimo posto carissima Allegra.

Ti auguro di vedere sempre quella pioggia che cade....

Riccardo ha detto...

Anche se ti conosco solo dalle tue parole, credo che non ci diventerai...

Allegra ha detto...

Te lo dico io, Elisabetta: Dio non si ripete nel creare le anime...

Elisabetta ha detto...

Grazie Allegra, grazie grazie grazie...

Pepe ha detto...

Che meraviglia di post!
Allegra, mi vengono in mente almeno due cose importanti da dirti: la prima è che ho cercato Pennac su youtube, e ho trovato delle sue presentazioni di Diario di classe che erano splendide e che hanno confermato l'incredibile umanità di quell'uomo. All'uscita gli spettatori sono stati intervistati; erano tutti esaltatissimi, a parte una che ha dichiarato di aver trovato proprio ciò che si astettava. "Cioè?" ha chiesto l'intervistatore; "Of!... molto trallallà, trallallà...", liquidando come infantile un grande uomo, senza nemmeno darsi la pena di usare, per farlo, più di un'interiezione. Se c'è gente capace di sentirsi due dita sopra Pennac, allora vuol dire che troveremo in continuazione chi è pronto a demolire noi e il nostro lavoro, sentendosi anche molto soddisfatto nel riuscirci.
La seconda cosa è Elogio dell'imperfezione di Rita Levi Montalcini: in questo scritto autobiografico spiega di non essere stata l'incarnazione della perfezione e di aver commesso molti sbagli nella sua vita, ma che ad essere determinanti nella riuscita di qualcosa di importante non è il numero di errori, ma la tenacia e la costanza. Tenendo presente che ha vinto il Nobel...

Anonimo ha detto...

"Sono giorni in cui pensi spesso a lei, che da lassù ti disegna un sorriso con polvere di stelle"

Bellissima questa parte, per chi è dedicata?

Allegra ha detto...

Cara Pepe, grazie! Le tue parole, in questo momento della mia vita, sono davvero "fondamentali".
Sei riuscita a scorgere proprio quello di cui avevo bisogno! Quindi ti ringrazio il doppio.

Anonimo: fa parte solo del mio cuore. Non tutto è da blog.

Only Me ha detto...

brava.
il dialogo con se stessi, non le amare discussioni, sono la base per la serenità.
con se stessi e di conseguenza con gli altri.
e il dialogo va bene in tutte le stagioni! :)

Lorenza ha detto...

Stupende parole!
Bentornata Allegra! :-)

donatella ha detto...

Possiamo scegliere di correre a proteggerci dalla pioggia, aspettando che spiova e rischiando così di perdere un tempo infinito...
Oppure possiamo armarci di ombrello e reagire, e solo in questo modo non perderemo la fiducia in noi stessi...
Sei riuscita a farmi rivalutare la pioggia...
Un abbraccio.
Dona

Chiara ha detto...

Hai ragione Allegra: la pioggia ti costringe a metterti lì a guardarla e a pensare (spesso anche a maledirla!).

Però noto una cosa bella. Da questo tuo post, forse un po' triste, esce fuori sempre un filo di ottimismo! :-)

Anonimo ha detto...

Sono quello di alcuni post fa che ti ha fatto impazzire con le sue domande.
"Dio non si ripete nel creare le anime", anche per uno come me che non ci crede?

Allegra ha detto...

Only Me: ;)

Donatella: armiamoci di ombrello e reagiamo, è meglio fare questo che restare a guardare...ti abbraccio!

Chiara: era proprio questo l'intento del post!

Anonimo: il tuo commento mi fa sorridere, sai perché? Nel momento stesso in cui dici di non credere in Dio, involontariamente affermi che forse hai bisogno di Luiquando scrivi "anche per uno come me". Comunque...sì: SOPRATTUTTO per quelli come te.

Allegro ha detto...

Toh guarda chi c'è! Ti sei resa conto di averci abbandonato????
Non mancare più all'appello eh!
Bentornata cara!

Allegra ha detto...

Presente!

sospesanelviola ha detto...

io non amo particolarmente la pioggia, soprattutto quando si abbatte così rovinandoti la giornata. però in questi giorni di autunno l'ho apprezzata...mi ha dato l'occasione di riflettere, farmi una lunga chiacchierata con me stessa e i miei pensieri....e non mi dispiacerebbe se domani piovesse!