giovedì 16 dicembre 2010

Fai buon viaggio...


Proprio io.
Proprio io che delle parole (scritte) faccio il mio stile di vita, fra lavoro e passione.
Proprio io che non passa giorno senza sporcare una pagina bianca, oggi, forse, non riesco a scrivere quello che vorrei.
Un "mi mancherai" è troppo poco, un "tanto ci sentiremo" troppo banale,
un "ti ricorderò sempre" troppo melodrammatico.
Per questo ho deciso di scrivere come mi viene: di pancia, con le imposte chiuse, i capelli legati e un biscotto al cioccolato.
Di te e per te.
E allora scrivo che mi mancherai, perché la vita è fatta di momenti vissuti, e noi, li abbiamo vissuti proprio tutti.
Dal pianto al riso, dal dolore piccolo e grande alle gioie immense come ieri, dai silenzi condivisi alle chiacchierate fino alle cinque del mattino, dallo shopping rigorosamente sotto la pioggia battente alle giornate passate in casa, dalle litigate (perché ci sono state anche quelle) alle complicità che ci hanno fatto crescere e amare la vita.
Da qualche parte ho scritto che "una partenza significa aspettare."
Come quando, passando per la stazione, senti il fischio del treno e il rumore delle rotaie ti entra nella testa e nel cuore, perché per ogni persona che parte ce n'è una che rimane.
Come uno strappo.
Tu parti.
Io rimango.
Qualcuno mi ha insegnato che amore fa rima con libertà e che libertà combacia con verità e bellezza.
Tu mi hai dato tutto questo, ogni giorno di più.
Perchè ogni giorno è stato come aprire un pacco regalo senza buttare via la carta.
Quella carta mi è servita per scrivere la storia di un'amicizia che nessuno ha mai raccontato, e ad ogni pagina vorrei fare un orecchio, per ricordarmi tutto ciò che abbiamo vissuto ed imparato in tutti questi anni.
Perché c'eri tu ogni volta che c'ero io.
E c'ero io ogni volta che c'eri tu.
Ieri non è stato solo il tuo traguardo, ma anche il mio.
E la tua partenza, sarà anche la mia.
Perché un pezzetto di noi finisce sempre nel cuore delle persone che amiamo.
E le accompagna, dovunque andranno.
Una partenza significa anche ricordare e sperare.
Ricordare chi sale su quel treno portandosi dietro il rumore delle rotaie.
E sperare che quello stesso treno le riporti indietro, un giorno, con lo stesso fischio e lo stesso rumore che ti entra nella testa e nel cuore.
E allora fai buon viaggio, amica mia...e ricordati sempre che in te hai un pezzetto di me.
Non puoi non tornare...non potrei vivere senza.

25 commenti:

Elisabetta ha detto...

Ho pianto. E' una delle più belle dichiarazioni di amicizia che abbia mai letto.

Chiara ha detto...

Allegra, finisco per essere scontata e monotona, ma credimi, più ti leggo e più mi rendo conto di quanto tu sappia scrivere bene e soprattutto di quanto tu sia sensibile!

SerenoPocoNuvoloso ha detto...

Io un giorno ti vedrò in libreria.
IN VETRINA.

Rosa ha detto...

Meravigliosa. Meravigliosa. Meravigliosa poesia.

Michela ha detto...

"Perché un pezzetto di noi finisce sempre nel cuore delle persone che amiamo.
E le accompagna, dovunque andranno."

Questo pezzo è bellissimo e verissimo, me lo sono scritta su un post it.
Anche io voglio vederti in libreria!

Mattia ha detto...

Buon viaggio alla tua amica.
Mi hai fatto commuovere e riflettere sul valore dell'amicizia....è vero, l'altro ha sempre un pezzetto di noi e viceversa.

Federico ha detto...

Quanto bene si sente in queste parole...che bello Allegra!

Veggie ha detto...

Sai, a volte non servono semplicemente le parole... perchè le emozioni sono un qualcosa che ti vivi nel cuore, non nella testa, perciò è impossibile renderle in parole... Ma, a volte, soprattutto tra amiche, basta un'occhiata, o un gesto, per dirsi tutto quello che mille parole non risciranno mai a dire... Perchè quando l'amicizia ti attraversa il cuore, lascia un'emozione che non se ne va... incancellabile, indelebile...

Lorenza ha detto...

Non so quante lacrime ho buttato. Veramente forse il miglior post che abbia letto su questo blog.

Anonimo ha detto...

Ma come diavolo fai a scrivere così?

Giulio ha detto...

Concordo con SerenoPocoNuvoloso.
Ciao Allegra!

L'inverno di June ha detto...

La persona di cui parli sarà alle stelle leggendoti, le hai regalato parole stupende!!Forse dovremmo temere meno i cambiamenti e viverli invece come un'occasione per vivere una vita diversa, nuova!!!

Anonimo ha detto...

Sono parole stupende e sentite.
La persona che le riceve è fortunata a riceverle....grazie per questa "poesia".
R.

minerva ha detto...

Ti vedremo in libreria.... tutti quanti.
Tu scrivi, scrivi, non smettere mai di profanare il candore dei fogli... Scrivi, scrivi, scrivi.

Shuzzy ha detto...

Il mio stile è ben lungi dal tuo (più cinico forse) ma devo ammettere che queste frasi mi hanno colpito davvero: "Perché un pezzetto di noi finisce sempre nel cuore delle persone che amiamo.
E le accompagna, dovunque andranno."

Grazie, ogni tanto fa bene ricordare.

FrammentoDiCristallo ha detto...

wow! non so che dire.. è magnifico quello che hai sscritto!
ho pianto anche un pochettino..
gliela consegnerai alla tua amica questa lettera? (o l'hai già fatto?)

Cavaliere Oscuro ha detto...

bellissima. senza parole.

Igor ha detto...

è bello..esprimere i sentimenti..è bello che esistano ancora persone cosi, ancora capaci di farlo con il cuore :) un bacio

Emanuele ha detto...

Vorrei averla scritta io...sei bravissima.

Pepe ha detto...

Ciao! Minerva ha fatto un blog candy sul suo blog, ma per ora pochi partecipano. Bisogna sostenerla! Ecco il link: http://orbettiniandco.blogspot.com/

vale84 ha detto...

Davvero bello e toccante!!!
Complimentissimi!!!

Anonimo ha detto...

Dove posso contattarti?

Allegra ha detto...

allegra-cg@tiscali.it

Marco ha detto...

Ciao Dolcissima Allegra:-)
Passo per augurarti di tutto cuore un meraviglioso Santo Natale,CuoreBello:-)
Un abbraccione affettuosissimo:-)
Marco

Lily ha detto...

...Pura meraviglia..
Da come scrivi si vede che sei una persona speciale..
Un abbraccio!